La Russia propone uno strumento nazionale per tracciare il vostro Bitcoin

Le autorità di regolamentazione finanziaria stanno valutando il lancio di un software di analisi sostenuto dallo Stato per controllare le transazioni in valuta criptata.

I regolatori russi stanno costruendo uno strumento per rintracciare le transazioni Bitcoin

Secondo la pubblicazione locale RBC di martedì, il servizio di monitoraggio finanziario russo Rosfinmonitoring ha proposto uno strumento di intelligenza artificiale (AI) per tracciare le transazioni Bitcoin nel paese.

I regolatori hanno collaborato con l’Istituto di Fisica dell’Università di Mosca per sviluppare il progetto „Transparent Blockchain“ che analizza le transazioni Bitcoin System per mappare il comportamento degli utenti. Si basa su un sistema simile implementato all’inizio di quest’anno per tracciare il traffico di droga nel paese, ha dichiarato il rapporto.

Sotto lo scanner passano sotto lo scanner le transazioni Bitcoin, Dash, Omni e Monero. Le autorità di regolamentazione mirano a monitorare l’attività su Internet e sul web „oscuro“, utilizzando l’IA per inserire indirizzi nella lista nera e catturare le attività criminali cercando parole chiave come terrore, uccidere, sequestrare e altro, legate ad usi illegali.

La mossa è arrivata quando la Rosfinmonitoring ha detto che la Bitcoin, e altre crittocurrenze, sono pesantemente usate per finanziare il terrorismo, il traffico di droga e di esseri umani, e i crimini informatici. Non hanno indicato alcun dato a sostegno delle affermazioni.

„I beni virtuali, compresi vari sistemi di criptovaluta, sono usati dai criminali in vari schemi illegali: traffico di droga, evasione fiscale, crimini informatici, omicidi su commissione, vendita di informazioni da database chiusi e finanziamento dell’estremismo“, ha detto l’agenzia.

Bilancio parlamentare per lo strumento Bitcoin

Attualmente il progetto viene sviluppato utilizzando fondi extrabudgetariali, ma in futuro saranno necessari ulteriori finanziamenti. La „catena di blocco trasparente“ avrà bisogno di 760 milioni di rubli (10 milioni di dollari), in totale su tre anni, ha dichiarato il rapporto.

Il progetto rimane unico in Russia, ma è stato influenzato dal successo della società statunitense di crittografia e sorveglianza Chainalysis. Nel frattempo, Viktor Smirnov, il responsabile dei processi digitali della società russa di software Croc IT, ha chiesto una collaborazione internazionale.

„È necessario che il mondo intero si unisca nella lotta contro le crittocittà, il Rosfinmonitoring da solo non può fare un compito del genere“, ha detto Smirnov.

Le relazioni della Russia con le valute digitali sono state traballanti. Il paese ha già preso in considerazione i progetti stablecoin in precedenza e ha testato la tecnologia blockchain per il voto elettronico, ma è sceso fortemente sulla proprietà e sul trading Bitcoin.

E con uno strumento di transazione in cantiere, le cose sono diventate più difficili per i russi amanti dei Bitcoin.